Regione Veneto

Contributo ex art. 30 D. L. 34/2019 (Decreto Crescita)

COMUNICAZIONE SULL'UTILIZZO DEL CONTRIBUTO DI CUI ALL’ART. 30 DEL DECRETO LEGGE 30 APRILE 2019, N. 34 E CONVERTITO, CON MODIFICAZIONI, DALLA LEGGE 29 GIUGNO 2019, n. 5.”
IL SINDACO
Premesso che:
− il decreto legge 30 aprile 2019, n. 34, recante “Misure urgenti di crescita economica e per la risoluzione di specifiche situazioni di crisi” e convertito, con modificazioni, dalla legge 28 giugno 2019, n. 5, all’art. 30 prevede l’assegnazione di contributi ai comuni per interventi di efficientamento energetico e sviluppo territoriale sostenibile, come individuati al comma 3 del medesimo articolo;
− il comma 1 dell’art. 30 precitato, dispone che con decreto del Ministero dello sviluppo economico, da emanarsi entro venti giorni dalla data di entrata in vigore del decreto legge n. 34/2019, sono assegnati contributi in favore dei Comuni, nel limite massimo di 500 milioni di euro per l’anno 2019 a valere sul Fondo Sviluppo e Coesione (FCS) di cui all’art. 1, comma 6, della legge 27 dicembre 2013, n. 147, per la realizzazione di progetti relativi a investimenti nel campo dell’efficientamento energetico e dello sviluppo territoriale sostenibile;
− il comma 2 del medesimo art. 30, prevede che il contributo è attribuito a ciascun comune sulla base della popolazione residente alla data del 1° gennaio 2018, secondo i dati pubblicati dall’Istituto nazionale di statistica (ISTAT);
− con decreto del 14 maggio 2019 del Direttore Generale del Ministero dello Sviluppo Economico, le risorse finanziarie previste dall’art. 30, comma 1 del Decreto legge n. 34/2019, sono state assegnate a ciascun Comune, secondo quanto indicato negli allegati da 1 a 25 del decreto stesso;
− al n. 590 dell’allegato 10, figura per questo comune il contributo di € 90.000,00 (misura del contributo per comuni con popolazione compresa tra 10.001 e 20.000 abitanti);
− ai fini dell’erogazione e dell’utilizzo delle risorse, nonché del monitoraggio e della pubblicità delle opere finanziate, resta fermo quanto stabilito dall’art. 30 del decreto legge n. 34/2019, ivi inclusa la decadenza dall’assegnazione del contributo con conseguente rientro del relativo importo nella disponibilità del Fondo per lo sviluppo e la coesione, per i Comuni che non iniziano l’esecuzione dei lavori relativi agli interventi di efficientamento energetico o di sviluppo territoriale sostenibile entro il termine del 31 ottobre 2019;
− i Comuni possono finanziare una o più opere pubbliche a condizione che esse:
a) non abbiano già ottenuto un finanziamento a valere su fondi pubblici o privati, nazionali, regionali, provinciali o strutturali di investimento europeo;
b) siano aggiuntive rispetto a quelle già programmate sulla base degli stanziamenti contenuti nel bilancio di previsione dell’anno 2019;
− con deliberazione di Giunta Comunale n. 195 del 10.10.2019 si approvava ad ogni conseguente effetto di legge, il progetto esecutivo dell’intervento per la sostituzione delle caldaie esistenti con riqualificazione energetica ed adeguamento normativo della centrale termica della scuola dell'infanzia "La Giostra" e della scuola secondaria "A. Cesari”, che comporta una spesa complessiva di € 90.000,00.
Ritenuto opportuno e necessario procedere alla comunicazione della destinazione del contributo economico pari ad € 90.000,00 nella prima seduta utile di Consiglio Comunale;
Dato atto che la soluzione progettuale proposta individua compiutamente i lavori da realizzare, nel rispetto delle esigenze, dei criteri, dei vincoli, degli indirizzi e delle indicazioni stabiliti da questa amministrazione;
Visti:
- il D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267, recante: “Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali” e successive modificazioni;
- la legge 7 agosto 1990, n. 241, recante: “Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi” e successive modificazioni;
- il D.Lgs. 18 aprile 2016, n. 50;
COMUNICA
1. che con deliberazione di Giunta Comunale n. 195 del 10.10.2019, è stato approvato, a tutti gli effetti di legge, il progetto esecutivo con il quadro economico in premessa dettagliato, di importo pari ad €90.000,00, redatto dall’Ing. Donato De Pizzol;
2. che ai sensi del comma 6 dell’art. 31 del Decreto Legislativo n.50 2. del 18 aprile 2016 il Responsabile del Procedimento della procedura in oggetto è il geom. Graziano Fusini;
3. che l’intervento è finanziato per euro 90.000,00 con fondi di cui all'articolo 30 del decreto legge 30 aprile 2019, n. 34, recante “Misure urgenti di crescita economica e per la risoluzione di specifiche situazioni di crisi”, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 giugno 2019, n. 5;
4. che gli interventi previsti riguardano la sostituzione delle caldaie esistenti con riqualificazione energetica ed adeguamento normativo della centrale termica della scuola dell'infanzia "La Giostra" e della scuola secondaria "A. Cesari”, che comporta una spesa complessiva di € 90.000,00;
5. Che tale intervento risulta essere aggiuntivo rispetto a quelli previsti dagli strumenti programmatori del Comune di Castel d’Azzano.

Il Sindaco
Antonello Panuccio
Descrizione File
Nessun documento caricato per la categoria selezionata
torna all'inizio del contenuto