Regione Veneto

Corpo Intercomunale di Polizia Locale

 
Castel d'Azzano Buttapietra Vigasio Mozzecane Nogarole Rocca

 
Il Corpo Intercomunale di Polizia Locale è attivo nei Comuni di Castel D'Azzano, Buttapietra, Vigasio, Mozzecane e Nogarole Rocca.
Il servizio normalmente viene prestato nei giorni dal lunedì al sabato, dalle ore 7.30 sino alle ore 18.30 (sino alle ore 19.00 dal 15 giugno al 15 settembre). Nelle ore serali e nei giorni festivi il servizio è prestato secondo necessità. 
Il Comando del Corpo Intercomunale è posto in una palazzina attigua a Villa Nogarola, sede del municipio di Castel d'Azzano.
Nel Comando sono condotte tutte le attività che possono essere unificate e razionalizzate, come le gestioni dei verbali, dell'infortunistica stradale, delle notificazioni, le procedure di polizia amministrativa, l'amministrazione del Corpo, ecc.
Quasi tutti i servizi di controllo e pattugliamento del territorio hanno inizio dal Comando di Castel d'Azzano. Qui sono conservati gli strumenti di lavoro, come autovelox ed etilometri.
Gli altri uffici della Polizia Locale, in Buttapietra, Vigasio, Mozzecane e Nogarole Rocca, rimangono comunque a disposizione degli operatori per tutte le attività da svolgersi localmente, per il ricevimento del pubblico e per il collegamento con gli Amministratori e gli addetti agli altri uffici e servizi dei Comuni. 
Più gruppi di lavoro si occupano dei numerosi e variegati compiti assegnati alla Polizia Locale:
  • polizia stradale, gestione verbali, contenzioso (ricorsi), infortunistica stradale, educazione stradale, corsi recupero punti;
  • vigilanza urbanistica ed edilizia, sul commercio e l'annona, sulle attività artigiane, sull'ecologia e la sicurezza delle abitazioni e delle attività lavorative, controlli sugli infortuni, polizia rurale;
  • accertamenti anagrafici, notificazioni, pratiche stranieri (ospitalità, lavoro, idoneità degli alloggi) permessi per la mobilità delle persone invalide, vigilanza sugli animali e contrasto del randagismo;
  • amministrazione del Corpo (liste servizi, rendiconti, determine di spesa, ecc.), polizia amministrativa, protezione civile, rilascio autorizzazioni, nulla osta e pareri. Attività di certificazione.
Ricevimento del pubblico:
  • In Castel d'Azzano, nei giorni di martedì, giovedì e sabato, dalle ore 9.00 alle ore 12.30;
  • in Buttapietra, nei giorni di giovedì e sabato, dalle ore 9.00 alle ore 12.00;
  • in Vigasio, nei giorni di martedì, dalle ore 16.30 alle ore 18.30, di venerdì e sabato dalle ore 9.00 alle ore 12.30;
  • in Mozzecane, nei giorni di martedì, dalle ore 10.30 alle ore 12.30 e di sabato, dalle ore 8.00 alle ore 11.00;
  • in Nogarole Rocca, nei giorni di martedì e sabato, dalle ore 9.00 alle ore 12.30.
  • il comandante riceve su appuntamento (ai nn. telefonici 045 9215930 e 045 9215931) durante le aperture al pubblico degli uffici di Castel d'Azzano.
L'indirizzo mail del Comando è: poliziamunicipale@comune.castel-d-azzano.vr.it
L'indirizzo della posta certificata del Comando è: casteldazzano@legalmail.it
I recapiti telefonici sono: 045 9215928 - 045 9215929 - 0459215930 - 045 9215931


ATTENZIONE: da febbraio 2019 è attiva la centrale operativa che risponde al numero telefonico 045 9215929 dalle ore 8.00 alle ore 18.00.

PROCEDURA PER I VERBALI D’ACCERTAMENTO DI VIOLAZIONE
 
Se il verbale non è immediatamente contestato, la notifica deve avvenire entro 90 gg.
 
PAGAMENTO DELLA SANZIONE:

con sconto del 30% della somma indicata (sola sanzione, spese eventuali intere)
entro 5 gg. dalla contestazione o notifica, in Posta;
entro 3 gg. dalla contestazione o notifica, in Banca o via internet;

importo pieno della somma indicata (sanzione più spese eventuali) oltre detti termini e fino a 60 gg dalla contestazione o notifica;
importo alla metà del massimo della sanzione edittale (“raddoppia” la sanzione iniziale) oltre i 60 gg. dalla contestazione o notifica.
 
COME SI PAGANO LE SANZIONI:

Le sanzioni comminate con i verbali del Corpo Intercomunale di Polizia Locale possono essere pagate presso il Comando di Castel d’Azzano, esclusivamente con il servizio POS, senza ulteriori spese, il sabato dalle ore 9.00 alle ore 12.30.
Possono essere pagate negli uffici postali, nelle agenzie bancarie, o anche via internet, bonificando l’importo sul conto corrente postale n° 10809374, IBAN IT58U0760111700000010809374 e indicando nella causale del versamento il numero, la data del verbale ed eventualmente la targa del veicolo.

PAGAMENTO RATEALE DELLE SANZIONI

Le sanzioni pecuniarie previste per le violazioni amministrative, a norma dell'art. 26 della Legge 689/1981 e dell'art. 202/bis del Codice della Strada, possono essere pagate ratealmente (il numero delle rate non può essere inferiore a tre e superiore a trenta) previa autorizzazione rilasciata dall'ente accertatore, sulla base di apposita richiesta adeguatamente motivata. 
 
RICORSO AL VERBALE:

Il ricorso al Prefetto va presentato entro 60 gg dalla notifica, anche tramite l’organo di polizia che ha accertato la violazione, (in entrambi i casi non costa nulla);
Il Prefetto, esaminato il verbale e la documentazione eventualmente prodotta dal ricorrente:
- accoglie il ricorso ed emette un'ordinanza di archiviazione;
- respinge il ricorso ed emette un'ordinanza di ingiunzione di pagamento di una somma doppia rispetto a quella iniziale (in quanto non si beneficia più del pagamento in forma ridotta previsto se si paga la multa entro i 60 giorni dalla notifica).
Il pagamento dell'ordinanza - ingiunzione dovrà avvenire entro 30 giorni dalla notifica; contro tale ordinanza è possibile ricorrere al Giudice di Pace in secondo grado.
In assenza di una risposta entro 120 giorni, il ricorso deve intendersi accolto (secondo il principio del silenzio-assenso).
Il ricorso al Giudice della Pace deve essere presentato entro 30 gg dalla notifica.
Il ricorso al Giudice di Pace è alternativo a quello al Prefetto o successivo all’ordinanza del Prefetto; è dovuto il pagamento del contributo unificato e se non viene accolto il ricorso l’importo della sanzione è liberamente determinato dal Giudice entro i limiti edittali.
 

PROCEDURA DELLA RISCOSSIONE COATTIVA

In assenza del pagamento o del ricorso, trascorsi 60 giorni dalla contestazione o notifica, il verbale diviene titolo esecutivo per la riscossione coattiva di una somma aumentata sino alla metà del massimo edittale (nella pratica l’importo raddoppia). A questa somma vanno aggiunte le spese e gli interessi previsti dalla Legge 689/1981 nella misura del 10% ogni semestre trascorso dal mancato pagamento della sanzione. Se il pagamento è richiesto da un’agenzia autorizzata alla riscossione, sono  aggiunti pure l’aggio e le spese incontrate nella particolare procedura.


 
PERMESSO DI CIRCOLAZIONE E SOSTA IN DEROGA
"contrassegno di parcheggio per disabili"

I cittadini residenti nei Comuni di Castel d'Azzano, Buttapietra, Vigasio, Mozzecane e Nogarole Rocca, ai quali è stata riconosciuta “una notevole riduzione della capacità di deambulazione” hanno la possibilità di richiedere un permesso di circolazione e sosta in deroga.  Questo ha di norma validità quinquennale su tutto il territorio comunitario - art. 188 CdS e art. 381 Regolamento di Esecuzione CdS.
I soggetti con difficoltà deambulatoria possono accedere al servizio rivolgendosi direttamente (o facendosi rappresentare da persona appositamente delegata) agli uffici della Polizia Locale esibendo:
Per richiedere il primo rilascio del permesso:
copia del verbale di accertamento dell'invalidità (rilasciato a seguito di visita collegiale del Servizio di Medicina Legale dell'ASL), in cui è espressamente indicata la difficoltà deambulatoria oppure apposita certificazione medica rilasciata dal Servizio di Medicina Legale dell'ASL e n. 2 fototessere.
Per richiedere il rinnovo:
Se il permesso da rinnovare ha validità quinquennale, è sufficiente la certificazione del medico di base, che confermi la patologia preesistente; Se il permesso da rinnovare ha validità temporale inferiore ai cinque anni, è necessario un certificato medico analogo a quello emesso al momento del primo rilascio.
All’atto della richiesta l’interessato comunica di utilizzare in maniera prevalente un veicolo la cui targa è poi inserita nella banca dati del Comune di Verona allo scopo di consentire la circolazione in deroga nella Zona a Traffico Limitato (ZTL) della città. E’ utile pertanto fornire agli uffici una copia della carta di circolazione del veicolo suddetto.
Il modulo necessario alla domanda è rilasciato all'atto della presentazione dei sopra descritti documenti; è compilato e sottoscritto dall'interessato o dal suo delegato.
Sul retro del nuovo contrassegno (come da normativa comunitaria) è apposta anche una fotografia del titolare dell'autorizzazione, firmata e autenticata dall’operatore addetto allo sportello.
Lasciando all'ufficio il recapito telefonico si è poi avvisati per il ritiro del contrassegno. I tempi necessari al procedimento sono solitamente contenuti in 15 giorni.
Non sono previsti costi per il rilascio.
 

 
 
qui sotto il link alla modulista
torna all'inizio del contenuto