Regione Veneto

E' TARIFFA 2 ANCHE PER RIZZA DI CASTEL D'AZZANO

Pubblicata il 07/08/2019
Dal 07/08/2019 al 01/01/2020

Un altro positivo tassello aggiunto sul fronte della revisione della tariffa del bus a Castel D’azzano. Subito dopo l’annuncio dell’abbassamento della tariffa del servizio ATV per il Comune di Castel D’azzano, il sindaco Antonello Panuccio ed il Vicesindaco Valerio Basalico, delegato ai trasporti, avevano notato un’anomalia nelle tariffe per Azzano Via Cavour e Rizza di Castel D’azzano. Spiega il Vicesindaco Valerio Basalico: “Le fermate in questa via e nella frazione di Rizza erano rimaste associate alla vecchia tariffa 3 e non alla tariffa 2 come tutto il resto del paese a causa di una anomalia nel sistema di calcolo dei prezzi dei biglietti e degli abbonamenti. Era veramente strano che Via Cavour ad Azzano e più ancora Rizza di Castel D’azzano avessero ancora la tariffa 3 visto che ad esempio su Rizza è pacifico che la tariffa sia la 1 per il territorio di Verona e 2 per quello di Villafranca”.
Commenta il Sindaco Antonello Panuccio: "Il 19 Luglio abbiamo richiesto quindi una riunione tecnica con la Provincia che ci ha spiegato che per un sistema storico consolidato le tariffe di Azzano Via Cavour erano associate a Rizza. Nel corso della riunione abbiamo fatto notare che Rizza è palesemente più vicina alla città e quindi la tariffa era sicuramente da rivedere anche in relazione alle indicazioni della nuova normativa in discussione in regione che va nella direzione della tariffa associata al comune e non alla distanza dal capoluogo”. 
Una anomalia segnalata anche dall’opposizione in consiglio comunale a cui il sindaco aveva risposto nel corso del consiglio comunale del 30 Luglio assicurando che già in data 19 Luglio c’era già stata una riunione per la modifica in Provincia e quindi era solo questione di giorni per avere una risposta. La nuova tariffa sarà attiva dopo il 15.8.
Conclude il Sindaco Antonello Panuccio: “Una risposta positivamente arrivata il 2 Agosto e di questo ringrazio ancora l’ente Provincia di Verona, il Presidente Scalzotto, il Dott. Pressi e il delegato ai Trasporti Roberto Dall’Oca, il dirigente del settore trasporto pubblico e tutto il suo staff per la positiva risoluzione che rappresenta un risparmio concreto per i nostri concittadini ed un incentivo ad utilizzare il mezzo pubblico. Ora rimane il nodo San Martino, a cavaliere tra il nostro comune e quello di Vigasio... ci stiamo lavorando”.





Facebook Google+ Twitter
torna all'inizio del contenuto